La Direttiva "Case Green": come migliora l’efficienza energetica degli edifici

Ilaria Bresciani
La Direttiva "Case Green": come migliora l’efficienza energetica degli edifici


Gli edifici costituiscono una fetta significativa del consumo energetico e delle emissioni di gas serra nell'Unione Europea, responsabili rispettivamente del 40% e del 36%. Di fronte a questa sfida ambientale, il Green Deal dell'Unione Europea, approvato nel 2019, si pone l'obiettivo ambizioso di trasformare il settore dell'edilizia rendendolo a emissioni zero entro il 2050. Questo impegno si articola su due fronti principali: la ristrutturazione degli edifici esistenti e l'adozione di standard più rigorosi per le nuove costruzioni.

La recente approvazione del 12 aprile della Direttiva "Case Green" rappresenta un passo significativo verso questo obiettivo. Inserita nel contesto del Green Deal, questa direttiva mira a ridurre in modo sostanziale il consumo energetico e le emissioni inquinanti di case e palazzi entro il 2035, con l'ulteriore obiettivo di realizzare immobili a emissioni zero entro il 2050. Per raggiungere questi traguardi, è stato necessario aggiornare le norme europee del settore edilizio nel 2018.

Cosa cambia?

La direttiva si concentra su due categorie principali di edifici: quelli residenziali e quelli non residenziali. Per quanto riguarda gli edifici residenziali, ogni Stato membro dell'Unione Europea è chiamato a ridurre il consumo medio di energia del 16% entro il 2030 e del 20% entro il 2035. Questo significa una significativa riduzione del consumo energetico per abitazione, con particolare attenzione alle case con prestazioni energetiche inferiori, incluse quelle danneggiate da calamità naturali come terremoti.

Per gli edifici non residenziali, la direttiva prevede che entro il 2030 venga ristrutturato il 16% di essi, e entro il 2033 il 26%. Questi interventi devono garantire il rispetto delle nuove norme minime di prestazioni energetiche, con l'obiettivo di migliorare complessivamente l'efficienza energetica di questi immobili.

In sintesi, la Direttiva "Case Green" rappresenta una svolta fondamentale nell'ambito della transizione energetica europea. Con un'attenzione sia alla ristrutturazione degli edifici esistenti che alla progettazione di nuove costruzioni, l'UE si sta impegnando attivamente per ridurre l'impatto ambientale dell'edilizia, contribuendo così alla lotta contro i cambiamenti climatici e al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità.

Come possiamo aiutarti?

Siamo qui per offrirti il nostro supporto e consulenza personalizzata. Valuteremo insieme le tue esigenze e ti presenteremo le migliori soluzioni per rendere il tuo edificio più efficiente e sostenibile. Approfondiremo assieme le opportunità legate alle CER e ai vantaggi dei progetti di autoconsumo collettivo.

Contattaci oggi stesso per fissare una video call informativa, dove potremo rispondere a ogni tua domanda e chiarire ogni dubbio. 

Siamo pronti ad aiutarti a realizzare la tua visione di un edificio più sostenibile.

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Le CER possono aiutare i Distretti del Commercio ad auto-finanziarsi?
Lombardia: 10 Milioni per Adattarsi ai Cambiamenti Climatici
Anche l’Umbria promuove le CER: 110 ML a disposizione dei Comuni

Vuoi saperne di più sui nostri servizi?

Scrivici per una consulenza, i nostri esperti sono disponibili per qualsiasi tua esigenza