PPP, ESCO e Comunità Energetiche: Vantaggi e Procedure

Matteo Bertoni
PPP, ESCO e Comunità Energetiche


La transizione verso un sistema energetico sostenibile richiede sforzi congiunti tra il settore pubblico e privato. In questo contesto, il Public-Private Partnership (PPP) e l'Energy Service Company (ESCO) si combinano efficacemente con le Comunità Energetiche per promuovere soluzioni energetiche sostenibili a livello locale.

Vantaggi della collaborazione PPP, ESCO e Comunità Energetiche:

 1. Efficienza energetica: La collaborazione tra PPP, ESCO e Comunità Energetiche consente di implementare misure efficaci per migliorare l'efficienza energetica negli edifici e nelle infrastrutture locali. Le ESCO portano competenze specializzate per identificare e attuare soluzioni energetiche ottimali, mentre le Comunità Energetiche coinvolgono attivamente i cittadini e le imprese per adottare pratiche di consumo energetico più sostenibili.

2. Riduzione dei costi energetici: Grazie alla collaborazione tra PPP, ESCO e Comunità Energetiche, è possibile ottenere risparmi significativi sui costi energetici. Le ESCO offrono servizi energetici efficienti, come l'implementazione di tecnologie innovative e l'ottimizzazione dei sistemi energetici, contribuendo a ridurre le bollette energetiche per le comunità coinvolte.

3. Generazione di energia rinnovabile: Le Comunità Energetiche, in collaborazione con le ESCO, possono promuovere l'adozione di fonti di energia rinnovabile a livello locale. Attraverso l'installazione di impianti fotovoltaici, parchi eolici o altre soluzioni rinnovabili, è possibile generare energia pulita per la comunità, riducendo l'impatto ambientale e creando un sistema energetico più resiliente.

4. Creazione di posti di lavoro locali: La collaborazione tra PPP, ESCO e Comunità Energetiche può stimolare la creazione di posti di lavoro locali nel settore delle energie rinnovabili e dell'efficienza energetica. Ciò favorisce lo sviluppo economico della comunità, promuove la qualità dell'occupazione e favorisce la crescita di competenze e know-how nel settore.

 Procedure coinvolte nella collaborazione PPP, ESCO e Comunità Energetiche (continua)

1.Studio di fattibilità: Viene condotto uno studio di fattibilità per valutare la fattibilità tecnica, economica e ambientale del progetto. Questo include l'analisi delle opzioni energetiche, l'identificazione delle necessità della comunità e la valutazione dei potenziali benefici.

2.Pianificazione e progettazione: Sulla base dello studio di fattibilità, vengono sviluppate le strategie di pianificazione e progettazione del progetto. Questo coinvolge la definizione degli obiettivi energetici, la selezione delle tecnologie appropriate e la stesura dei piani dettagliati.

3.Finanziamento: Viene valutata la disponibilità di finanziamenti, sia pubblici che privati, per sostenere l'implementazione del progetto. Ciò può includere la ricerca di sovvenzioni, prestiti o partnership finanziarie con investitori interessati.

4.  Realizzazione e gestione del progetto: Una volta ottenuti i finanziamenti necessari, il progetto viene realizzato attraverso la collaborazione tra il settore pubblico, l'ESCO e le Comunità Energetiche. Questo include l'installazione delle infrastrutture, l'integrazione dei sistemi energetici e l'avvio dell'operatività.

5. Monitoraggio e valutazione: Dopo l'implementazione del progetto, viene condotto un monitoraggio regolare per valutare le prestazioni energetiche, i risultati raggiunti e gli eventuali miglioramenti da apportare. Questo aiuta a garantire che il progetto raggiunga gli obiettivi prefissati e che vengano effettuate eventuali modifiche o ottimizzazioni necessarie.

Comuni che realizzano impianti tramite PPP per la successiva gestione da parte della CER

Un'interessante modalità riguarda la realizzazione degli impianti energetici da parte del comune stesso, tramite il PPP, per poi concederli in uso alla CER per la gestione operativa. Questa procedura consente ai comuni di sfruttare le competenze e le risorse finanziarie del settore privato per realizzare impianti energetici rinnovabili e infrastrutture energetiche, senza dover sostenere completamente i costi di sviluppo e gestione. Attraverso il PPP, il comune può stipulare un contratto con un partner privato specializzato nell'implementazione e nella gestione di impianti energetici. Il partner privato si assume la responsabilità di progettare, costruire e finanziare l'impianto energetico, seguendo gli standard e i requisiti definiti dal comune.

Una volta completata la realizzazione dell'impianto, il comune può cedere l'utilizzo e la gestione dell'impianto stesso alla CER. La CER, a sua volta, si impegna a garantire la corretta operatività dell'impianto, la produzione di energia rinnovabile e a coinvolgere attivamente la comunità locale nell'uso consapevole delle risorse energetiche.

Questa modalità di collaborazione permette ai comuni di avviare e beneficiare della produzione di energia rinnovabile, promuovendo allo stesso tempo la partecipazione e l'coinvolgimento dei cittadini. Inoltre, la CER assume un ruolo fondamentale nella gestione quotidiana dell'impianto, garantendo un'efficace operatività e un'ottimizzazione delle risorse energetiche.

Attraverso questa sinergia tra il comune, il PPP e la CER, si raggiunge un duplice obiettivo: da un lato, il comune promuove la transizione energetica sostenibile e la produzione di energia pulita a livello locale; dall'altro, la CER può beneficiare di infrastrutture già realizzate e pronte per l'uso, concentrando i propri sforzi sulla gestione operativa e l'coinvolgimento della comunità.

Se il tuo comune desidera realizzare impianti energetici sostenibili e favorire lo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili, il PPP combinato con la concessione alla CER potrebbe essere una soluzione ideale.

Contattaci oggi stesso per ulteriori informazioni e per iniziare il percorso verso una comunità energetica più sostenibile.

 

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Barzio verso la Sostenibilità: al via la prima  CER della Valsassina
La Direttiva "Case Green": come migliora l’efficienza energetica degli edifici
CONTO TERMICO 3.0 E CER: un’opportunità per la rigenerazione del territorio a 360°

Vuoi saperne di più sui nostri servizi?

Scrivici per una consulenza, i nostri esperti sono disponibili per qualsiasi tua esigenza