CER: a che punto sono le regioni del nord Italia?

Ilaria Bresciani
pannelli

Ormai in quasi tutte le regioni d’Italia, tramite finanziamenti pubblici o privati, vengono incentivati soggetti pubblici e privati per l’attivazione di Comunità Energetiche Rinnovabili nei propri territori.

Vediamo ad oggi che novità ci sono e quali sono le opportunità di finanziamento nelle regioni del nord Italia.

Regione Piemonte 

In Piemonte è stato avviato in Terza commissione l’iter sulle proposte di legge sul tema dell’autoconsumo

La prima, la proposta di legge 210 “Autonomia energetica regionale e potenziamento degli impianti fotovoltaici attraverso azioni di valorizzazione del ruolo degli immobili pubblici”, eroga incentivi per la realizzazione e la diffusione di impianti fotovoltaici su immobili pubblici tramite contributi. 

La proposta di legge 219 “Promozione e sostegno delle Comunità energetiche rinnovabili e degli autoconsumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente” vuole invece favorire la nascita e lo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili anche in relazione all’alto numero di comuni montani presenti sul territorio. 

Nella Pdl 221 “Promozione dell’autoconsumo e delle Comunità Energetiche Rinnovabili”, sono previsti finanziamenti per gli studi di fattibilità e la progettazione.

Sono inoltre previsti sconti in bolletta e incentivi per chi volesse installare impianti fotovoltaici per le Comunità Energetiche Rinnovabili nella Pdl 216 “Misure di ulteriore incentivazione dell’autoconsumo da fonti rinnovabili”.

Regione Lombardia 

In Lombardia, la possibilità di partecipare alla Manifestazione di Interesse da parte dei Comuni interessati ad investire su impianti di energia da fonti rinnovabili per la futura costituzione di CER, è stata prorogata al 30 aprile 2023. L’erogazione dei contributi avverrà nella Fase 2. 

Gli interventi finanziabili sono:

  • impianti solari fotovoltaici
  • impianti idroelettrici
  • impianti eolici
  • sistemi di accumulo
  • collettori solari termici
  • impianti aerotermici, geotermici, idrotermici e pompe di calore
  • impianti alimentari a biomassa
Regione Friuli Venezia Giulia

Anche in Friuli l’iniziativa di Confcooperative, grazie al Fondosviluppo FVG, ha predisposto il Bando Comunità Energetiche Rinnovabili - Progetti di impresa per lo sviluppo delle cooperative di comunità energetiche rinnovabili.

Le domande per partecipare potranno essere presentate entro il 31.12.2023.

La dotazione finanziaria del bando è di 2 milioni di euro con un plafond di € 300.000,00.

In particolare, il Bando finanzia:

  • assistenza alla progettazione 
  • accompagnamento imprenditoriale 
  • sostegno all’acquisto di attrezzature, impianti, consulenza
Regione Emilia Romagna 

In Emilia Romagna, invece, è stato pubblicato il Bando per il sostegno allo sviluppo di Comunità Energetiche Rinnovabili, che incentiva la fase costitutiva del progetto.

In particolare finanzia:

  • il progetto di fattibilità tecnico-economico della Comunità Energetica Rinnovabile, 
  • spese amministrative/legali funzionali alla costituzione della Comunità Energetica Rinnovabile; 
  • costi generali per la definizione e gestione del progetto.

Il Bando dispone di 2 milioni di euro del Fondo Fesr 2021-2027. Il contributo massimo per ogni progetto è di 50mila euro. Le domande possono essere presentate dal 9 febbraio al 9 marzo 2023.

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Barzio verso la Sostenibilità: al via la prima  CER della Valsassina
La Direttiva "Case Green": come migliora l’efficienza energetica degli edifici
CONTO TERMICO 3.0 E CER: un’opportunità per la rigenerazione del territorio a 360°

Vuoi saperne di più sui nostri servizi?

Scrivici per una consulenza, i nostri esperti sono disponibili per qualsiasi tua esigenza