Linee guida per la scelta del formato legale della tua Comunità Energetica Rinnovabile

Ilaria Bresciani
Linee guida per la scelta del formato legale della tua Comunità Energetica Rinnovabile


Nel contesto normativo attuale, le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) devono adottare la forma giuridica di un soggetto autonomo rispetto ai partecipanti, in accordo con la Direttiva 2018/2001/UE e il d.lgs. n. 199/2021.

La normativa non impone automaticamente la natura giuridica senza scopo di lucro, ma spesso le CER optano per forme giuridiche che promuovano la partecipazione attiva e la condivisione di benefici senza finalità di guadagno. Questo si sposa con l'idea di coinvolgere la comunità locale e perseguire obiettivi di sostenibilità.

Il recente documento pubblicato da Art-ER, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, fornisce un'analisi dettagliata dei principali modelli giuridici utilizzabili per la costituzione di una CER. Il report delinea le caratteristiche dei modelli societari (S.p.A., S.r.l. e Società Cooperative) e dei modelli del terzo settore (Associazioni e Fondazioni di Partecipazione).

Modelli Societari:

Società per Azioni (S.p.A.): Ideale per progetti di grandi dimensioni coinvolgendo numerosi investitori.

Società a Responsabilità Limitata (S.r.l.): Flessibile e adatta a progetti di medie dimensioni con pochi investitori.

Società Cooperative: Coinvolge attivamente i membri in progetti incentrati sulla collaborazione e la condivisione.

Modelli del Terzo Settore:

Associazioni: Senza scopo di lucro, promuove la partecipazione attiva e ideale per progetti orientati al bene comune.

Fondazioni di Partecipazione: Flessibili e adatte a progetti con finalità benefiche, combinando elementi di fondazioni e associazioni.

La scelta del modello giuridico dipende dalle caratteristiche specifiche del progetto, inclusi il numero di partecipanti, gli obiettivi della CER e la struttura di governance desiderata. Una valutazione approfondita delle esigenze e delle dinamiche del progetto è essenziale per determinare il modello giuridico più adatto.

Alcuni Elementi Cruciali nella Scelta del Modello Giuridico

Per decidere quale modello giuridico sia più adatto, è essenziale condurre una serie di analisi preliminari considerando vari fattori:

Coinvolgimento dei Partecipanti:

Se la CER coinvolgerà una varietà di attori, dai cittadini alle imprese e agli enti pubblici, occorre valutare attentamente le loro esigenze e il grado di coinvolgimento che desiderano. La scelta del modello giuridico deve adattarsi alle esigenze di tutti.

Esempio: Se ci sono numerosi cittadini interessati, un modello cooperativo potrebbe essere ideale, coinvolgendo attivamente ogni membro nelle decisioni.

Risorse e Fonti di Energia Rinnovabile:

Una mappatura approfondita delle risorse energetiche rinnovabili a disposizione. Identifica le aree ottimali per l'installazione degli impianti, considerando vincoli normativi e opportunità di sfruttamento del territorio.

Esempio: Una mappatura approfondita delle risorse solari e eoliche ti aiuterà a massimizzare l'efficienza degli impianti.

Definizione degli Scopi:

Definire con chiarezza gli obiettivi della CER, bilanciando i benefici economici con quelli ambientali e sociali. Questa fase influenzerà la struttura organizzativa e i rapporti tra i membri.

Esempio: Se l'obiettivo principale è la sostenibilità ambientale, potrebbe essere vantaggioso adottare una struttura più incentrata sulla condivisione dell'energia.

Identificazione delle Attività:

Decidere se gestire internamente o esternalizzare alcune attività. Questa scelta avrà un impatto diretto sulla struttura complessiva e sulla gestione operativa della CER.

Esempio: L'esternalizzazione della gestione operativa potrebbe consentire una maggiore focalizzazione dei membri sulla condivisione di best practice.

Dimensione Economica e Finanziaria:

Calcolare con precisione i costi e i ricavi previsti, considerando il numero di partecipanti, gli investimenti e le fonti di finanziamento disponibili.

Esempio: Una CER di dimensioni maggiori potrebbe beneficiare di economie di scala, riducendo i costi operativi pro capite.

Gestione dei Rapporti Contrattuali:

La scelta del modello giuridico definirà i rapporti contrattuali tra i membri. Questi rapporti possono infatti riflettersi non solo sulla struttura organizzativa ma sulle attività stesse della CER.

Esempio: Un modello cooperativo richiederà un coinvolgimento attivo e decisioni condivise tra i membri.

Solo dopo aver esaminato attentamente questi fattori sarai in grado di selezionare il modello giuridico più adatto per la tua CER. 

Per approfondimenti e per avviare il tuo progetto di energia sostenibile, puoi sempre contattarci. Insieme ai nostri esperti, verificheremo le migliori opportunità rispetto alle tue esigenze.


Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Barzio verso la Sostenibilità: al via la prima  CER della Valsassina
La Direttiva "Case Green": come migliora l’efficienza energetica degli edifici
CONTO TERMICO 3.0 E CER: un’opportunità per la rigenerazione del territorio a 360°

Vuoi saperne di più sui nostri servizi?

Scrivici per una consulenza, i nostri esperti sono disponibili per qualsiasi tua esigenza